e-Shop

Il vostro Editore di Fiducia

Con la definizione il vostro editore di fiducia circa 30 anni fa decisi di riassumere, come in una insegna di un negozio, cosa si poteva trovare entrando da noi. Indispensabile quindi chiarirci sulle parole e il loro significato: fiducia, innanzitutto, alla base di ogni rapporto economico e sociale. La fiducia nasce da una storia, da una reputazione di anni di lavoro, dalle persone con cui avete a che fare. Si, è una questione ancora di rapporti personali e non solo di tecnologie.

Andrea Jarach, Presidente ProediMedia, nel suo studio
Andrea Jarach, Presidente Proedi Media, nel suo studio

Editore… qui le cose si fanno più complicate. Un editore è colui che porta alla luce le idee che le organizza e le distribuisce in modo chiaro ed efficace. In inglese la parole editor significa redattore, ma anche direttore editoriale, publisher è la figura che mette insieme il lavoro degli autori, dei creatori di contenuti, e quella degli editor che maneggiano i contenuti fino ad ottenere un prodotto editoriale. Il publisher, l’editore, è quello che dà al prodotto inerte la vita facendo da ponte tra i creatori dei contenuti e il mercato. O la audience. O, da qualche anno, il mondo del web.

Quante volte vi sarete trovati di fronte a un contenuto formalmente splendido ma senza vita, o a un prodotto ricco di significati ma penalizzato da una veste per nulla attrattiva. Qui entra in gioco l’editore.

Uno dei primi volumi editi da Aldo Manunzio

Nel 1500 questa professione emerge trasformando il mondo. Celebre resta Aldo Manunzio che a Venezia prende gli autori dell’antichità, ovvero ad esempio i filosofi greci, e utilizzando le nuove tecnologie di allora (ad esempio i caratteri mobili di Gutemberg) crea un nuovo “mestiere”, ovvero trasforma e offre un nuovo corpo ai libri, aprendoli così a un vasto mercato di lettori e contribuendo alla crescita economica del mondo intero grazie alla diffusione della cultura. Aldo Manunzio inventa tra l’altro i libri tascabili e porta nuovi autori alla luce. E Venezia, la sua città entra nella sua epoca dell’oro.

Steve Jobs

Circa cinquecento anni dopo una simile rivoluzione viene portata da Steve Jobs. Con una azione rivoluzionaria nel mercato, che non inventa nulla di tecnologico, ma crea nuovi bisogni e nuovi mercati, arricchisce la tecnologia di un valore aggiunto di comunicazione immateriale. Il bello, il perfetto diventano parte integrante della tecnologia. Parallelamente si diffonde l’uso dell’economia digitale. E la professione dell’editore diventa ancora una volta di esploratore tecnologico. Non sopportate i libri digitali? Non avete dimestichezza con internet e gli strumenti per accedere a questo immenso strumento di conoscenza e comunicazione? Ecco dunque una grande sfida per gli editori di questi anni. Abbattere il cosiddetto digital divide. E integrare la tradizione con l’innovazione.

Oggi il vostro editore di fiducia deve sapervi portare nel mondo digitale senza snaturare il concetto della fisicità del libro, ma al tempo stesso aumentandone la diffusione, abbattendo i costi di produzione e il costo anche ambientale che deriva dall’impiego di materie prime come la carta, gli inchiostri, le colle, e il trasporto attraverso mezzi inquinanti e la conservazione in magazzini fisici che occupano spazio vitale.

Insomma creando armonia e equilibrio tra la fisicità e la digitalizzazione.
Questa è la sfida che abbiamo accolto con entusiasmo per portare il sogno dei privati a diventare realtà ma anche la necessità delle aziende di comunicare con efficacia attraverso la diffusione della cultura e dell’informazione.

La chiamavano editoria per conto terzi.
Per realizzarla non bastano le macchine.
Servono le persone, l’esperienza, la voglia di affrontare nuove sfide, e soprattutto la fiducia. In una parola noi!

Se state pensando a un magazine, a un libro o a un prodotto digitale di comunicazione, la soluzione è ProediMedia.

Andrea Jarach, Presidente Proedi Media

Ultimi dal blog

Una serata dedicata alla musica israeliana e all’ebraismo

Una serata estremamente vivace in cui il giornalista e ricercatore musicale Roberto Zadik ha sottolineato lo stretto rapporto fra musica ed ebraismo “presente da sempre dalle preghiere ai canti dello Shabbat” addentrandosi nel sentimento ebraico di alcuni fra i più grandi artisti pop israeliani.

Una lezione di cittadinanza attiva

Ringrazio il destino che mi ha portato ad incontrare Gori Diol, l’autore di Scuola di vita. Infatti la pubblicazione di questo libro mi ha consentito di riflettere sulle tematiche dell' immigrazione, ma non solo. Attraverso la sua esperienza, Gori ci insegna a saper resistere alla regressione indotta da una società violenta e sopraffattrice, e saper scoprire il bene e la solidarietà che ci circondano.

Piccola Guida ai segreti di Venezia

"Piccola guida ai segreti di Venezia" è un prezioso libro con tante curiosità veneziane di amori, miti, storie e viaggi che nacque per accompagnare il lancio del mensile Where Venice che uscì con il suo primo numero nel mese di settembre 2016.

Hai scritto un libro e sogni di pubblicarlo?

Rappresenti un’azienda e vuoi realizzare un libro personalizzato?

Ti potrebbero interessareContenuti interessanti
Raccomandati per te

Una serata dedicata alla musica israeliana e all’ebraismo

Una serata estremamente vivace in cui il giornalista e ricercatore musicale Roberto Zadik ha sottolineato lo stretto rapporto fra musica ed ebraismo “presente da sempre dalle preghiere ai canti dello Shabbat” addentrandosi nel sentimento ebraico di alcuni fra i più grandi artisti pop israeliani.

Una lezione di cittadinanza attiva

Ringrazio il destino che mi ha portato ad incontrare Gori Diol, l’autore di Scuola di vita. Infatti la pubblicazione di questo libro mi ha consentito di riflettere sulle tematiche dell' immigrazione, ma non solo. Attraverso la sua esperienza, Gori ci insegna a saper resistere alla regressione indotta da una società violenta e sopraffattrice, e saper scoprire il bene e la solidarietà che ci circondano.

Piccola Guida ai segreti di Venezia

"Piccola guida ai segreti di Venezia" è un prezioso libro con tante curiosità veneziane di amori, miti, storie e viaggi che nacque per accompagnare il lancio del mensile Where Venice che uscì con il suo primo numero nel mese di settembre 2016.