e-Shop

Il labirinto di carta

L’ultima edizione del libro “Il labirinto di carta” edito da Proedi Editore

Questo libro fu pubblicato dopo che l’autrice, Anna Maria Habermann, aveva consultato diversi editori senza mai trovare qualcuno di sua fiducia. Il libro è una storia famigliare appassionante e drammatica che si innesta nel filone della memoria della Shoah. Come dico spesso si tratta di un bel documento utile a combattere i pregiudizi. L’autrice infatti non è ebrea. Ma lo era il papà giunto negli anni 30 in Italia. La storia ha a che fare con un mistero gelosamente custodito dal padre nei confronti della figlia.

Il quadernetto con le note del padre. Da qui, partì la ricerca che portò al libro.

Solo alla morte del padre Anna Maria trova un piccolo indizio in lingua ungherese (lingua a lei sconosciuta). Questo scatena una grande ricerca nel labirinto di carta che Anna Maria riesce a decifrare, non senza grandissime emozioni. Si tratta di uno dei titoli più riusciti della nostra storia di editori. Più volte ristampato e che oggi viene pubblicato da Proedi Editore (www.proedieditore.it) in una nuova edizione molto ricca di immagini.

Alcuni scatti raffiguranti Anna Maria Habermann con il padre

In principio l’autrice ha aiutato la pubblicazione del libro garantendo l’acquisto di copie e poi ne ha seguito la strada con numerosi interventi nelle scuole dove migliaia di ragazzi hanno potuto ricevere una formazione storica sulla Shoah ma anche una grande lezione contro il pregiudizio comprendendo come la storia e la vita siano fatte di mille sfumature che rendono impossibile inquadrare gli eventi in modo semplicistico.

Ultimi dal blog

Una serata dedicata alla musica israeliana e all’ebraismo

Una serata estremamente vivace in cui il giornalista e ricercatore musicale Roberto Zadik ha sottolineato lo stretto rapporto fra musica ed ebraismo “presente da sempre dalle preghiere ai canti dello Shabbat” addentrandosi nel sentimento ebraico di alcuni fra i più grandi artisti pop israeliani.

Una lezione di cittadinanza attiva

Ringrazio il destino che mi ha portato ad incontrare Gori Diol, l’autore di Scuola di vita. Infatti la pubblicazione di questo libro mi ha consentito di riflettere sulle tematiche dell' immigrazione, ma non solo. Attraverso la sua esperienza, Gori ci insegna a saper resistere alla regressione indotta da una società violenta e sopraffattrice, e saper scoprire il bene e la solidarietà che ci circondano.

Piccola Guida ai segreti di Venezia

"Piccola guida ai segreti di Venezia" è un prezioso libro con tante curiosità veneziane di amori, miti, storie e viaggi che nacque per accompagnare il lancio del mensile Where Venice che uscì con il suo primo numero nel mese di settembre 2016.

Hai scritto un libro e sogni di pubblicarlo?

Rappresenti un’azienda e vuoi realizzare un libro personalizzato?

Ti potrebbero interessareContenuti interessanti
Raccomandati per te

Una serata dedicata alla musica israeliana e all’ebraismo

Una serata estremamente vivace in cui il giornalista e ricercatore musicale Roberto Zadik ha sottolineato lo stretto rapporto fra musica ed ebraismo “presente da sempre dalle preghiere ai canti dello Shabbat” addentrandosi nel sentimento ebraico di alcuni fra i più grandi artisti pop israeliani.

Una lezione di cittadinanza attiva

Ringrazio il destino che mi ha portato ad incontrare Gori Diol, l’autore di Scuola di vita. Infatti la pubblicazione di questo libro mi ha consentito di riflettere sulle tematiche dell' immigrazione, ma non solo. Attraverso la sua esperienza, Gori ci insegna a saper resistere alla regressione indotta da una società violenta e sopraffattrice, e saper scoprire il bene e la solidarietà che ci circondano.

Piccola Guida ai segreti di Venezia

"Piccola guida ai segreti di Venezia" è un prezioso libro con tante curiosità veneziane di amori, miti, storie e viaggi che nacque per accompagnare il lancio del mensile Where Venice che uscì con il suo primo numero nel mese di settembre 2016.