e-Shop

Alla scoperta di nuovi mondi in medicina

Alcune pagine del libro dedicate alla ricerca sull’AIDS

1992, ricorreva il cinquecentesimo anniversario dalla data che segna l’ingresso nell’era moderna. Il 1492 infatti fu l’anno in cui Cristoforo Colombo raggiunse le Americhe dando il via ad un impressionante sviluppo mondiale che continua ancora oggi. Quello che all’epoca era un gigante del settore farmaceutico, la Farmitalia Carlo Erba, commissionò a Proedi alcuni giganteschi lavori editoriali, tra cui il volume celebrativo “Alla scoperta di nuovi mondi in medicina”. Un libro con il contributo di alcuni dei più importanti ricercatori mondiali.

Oltre l’Oceano, alla ricerca di nuove certezze

Ovviamente sui due lati dell’Oceano Atlantico. A partire dai ministri della sanità italiano e statunitense. Chiunque abbia lavorato ad un’opera collettiva composta dai contributi di numerosi scienziati può facilmente immaginare la complessità del coordinamento e della uniformazione di contributi in diverse lingue da riportare, nel nostro caso, all’italiano. Si trattava di un’opera che richiese una approfondita e creativa ricerca iconografica per reperire centinaia di immagini che rendessero il volume appetibile anche per un pubblico di non specialisti.

Anthony Fauci su una copertina del magazine Time

Oggi, ripensando a un lavoro di 30 anni fa, ci è venuto in mente che uno dei collaboratori era Anthony Fauci, oggi il virologo più famoso del mondo, a capo della task forse USA contro il COVID.

Ultimi dal blog

E se gli alberi parlassero? Biografia dell’autore

Giorgio Pellegrino nasce a Catanzaro nel settembre 1954. Si trasferisce a Brescia nel 1963, dove compie tutto il percorso...

Una serata dedicata alla musica israeliana e all’ebraismo

Una serata estremamente vivace in cui il giornalista e ricercatore musicale Roberto Zadik ha sottolineato lo stretto rapporto fra musica ed ebraismo “presente da sempre dalle preghiere ai canti dello Shabbat” addentrandosi nel sentimento ebraico di alcuni fra i più grandi artisti pop israeliani.

Una lezione di cittadinanza attiva

Ringrazio il destino che mi ha portato ad incontrare Gori Diol, l’autore di Scuola di vita. Infatti la pubblicazione di questo libro mi ha consentito di riflettere sulle tematiche dell' immigrazione, ma non solo. Attraverso la sua esperienza, Gori ci insegna a saper resistere alla regressione indotta da una società violenta e sopraffattrice, e saper scoprire il bene e la solidarietà che ci circondano.

Hai scritto un libro e sogni di pubblicarlo?

Rappresenti un’azienda e vuoi realizzare un libro personalizzato?

Ti potrebbero interessareContenuti interessanti
Raccomandati per te

E se gli alberi parlassero? Biografia dell’autore

Giorgio Pellegrino nasce a Catanzaro nel settembre 1954. Si...

Una serata dedicata alla musica israeliana e all’ebraismo

Una serata estremamente vivace in cui il giornalista e ricercatore musicale Roberto Zadik ha sottolineato lo stretto rapporto fra musica ed ebraismo “presente da sempre dalle preghiere ai canti dello Shabbat” addentrandosi nel sentimento ebraico di alcuni fra i più grandi artisti pop israeliani.

Una lezione di cittadinanza attiva

Ringrazio il destino che mi ha portato ad incontrare Gori Diol, l’autore di Scuola di vita. Infatti la pubblicazione di questo libro mi ha consentito di riflettere sulle tematiche dell' immigrazione, ma non solo. Attraverso la sua esperienza, Gori ci insegna a saper resistere alla regressione indotta da una società violenta e sopraffattrice, e saper scoprire il bene e la solidarietà che ci circondano.